mercoledì 19 novembre 2008

Babbo Natale a novembre


Babbo Natale per Mirtillangela è arrivato ieri, quando le solerti Poste Italiane le hanno consegnato, sano e salvo, il paccone di libri acquistato da Bruno.
Si tratta di autori nostrani che non ero ancora riuscita a leggere e che ora passeranno al perfido vaglio di Mirtilla. Ecco i titoli:

La Lama del Dolore di Marco Davide
Le Metamorfosi di Ghinta di Fabrizio Casa
Il Segreto dell'Alchimista di Antonia Romagnoli
Il Risveglio dell'Ombra di Luca Trugenberger
Nicholas Eymerich, Inquisitore di Valerio Evangelisti
Il Sigillo del Vento di Uberto Ceretoli
L'abbraccio delle Ombre di Ester Manzini


Per motivi di ingombro e di facilità di trasporto sui mezzi pubblici della capitale, ho iniziato le letture da Eymerich di Evangelisti, sono solo all'inizio ma già mi piace ^^

Sul fronte novità, si segnala l'uscita di Brisingr, il terzo libro di Paolini (dopo Eldest ed Eragon), e l'uscita del nuovo libro di Licia Troisi Il Destino di Adhara il primo libro della nuova trilogia "Le Leggende del mondo emerso". Non prevedo di leggerli a stretto giro per un sacco di motivi diversi, ma magari tra qualche mese...

Solo una domanda innocente: Le Guerre, Le Cronache e le Leggende.... ma la Troisi vorrà mica sfornare le Dragonlance??? :P


19 commenti:

tanabrus ha detto...

Grande!!

La mia prossima "paccata" da ibs sarà di autori italiani (che per ora ne ho letti pochi).

Oggi intanto, assieme ai libri/regali natalizi per mia madre, mi è arrivato il secondo di Lindqvist!

(e teoricamente dovrebbe arrivarmi un pacco preso dalla Fanucci, ma benchè abbia fatto l'ordine PRIMA di quello su ibs, ibs è arrivato e fanucci no... aspetto la fine della settimana, poi chiedo chiarimenti)

Mirtillangela ha detto...

@tanabrus: ammazza, pure tu non scherzi! Sai che di Lindqvist non sono ancora riuscita a leggere il primo??? Non lo trovo mai!

Bhè, prima o poi ce la farò, ma per adesso sto bella impegnata. :P

Fanucci? Non ho mai comprato da loro, mi affido sempre a IBS...

StefanoRomagna ha detto...

Dei tuoi autori ho letto solo La lama del dolore. Marco Davide è molto promettente, scottato solo da un esordio che poteva essere migliore. Un pò come Giannone.

Sulla Troisi, a me Il destino di Adhara ispira un sacco, ma dopo due trilogie sul mondo emerso inizio a sentire odore di stantio... e La ragazza drago è poca cosa. Spero di sbagliarmi!

Mirtillangela ha detto...

@stefano: Di marco davide ho letto solo qualcosina, sbocconcellato qua e là, che non mi ha entusiasmato. Conto di cambiare idea leggendolo tutto!

Sulla Troisi... ho il medesimo timore soprattutto se la copertina è rivelatrice del protagonista del libro: un'altra letale fanciulla di armi dotata??? O_O
Spero di sbagliarmi, ma lo scoprirò più in là...

StefanoRomagna ha detto...

La prosa di Marco Davide mi è piaciuta un sacco. Sa giocare con le parole e creare scene e situazioni molto evocative. Dove ho notato magagne è in un editing (secondo me) molto frettoloso e certe scelte stilistiche che al sottoscritto non piacciono. Il resto l'ho apprezzato. Aspetto di smaltire la Spezia e poi vado avanti, magari col suo secondo romanzo!

Beh, le eroine armate di spada sono un pò il marchio di fabbrica della Troisi... ;-)
Certo, c'è sempre Sofia, ma in effetti qualcosa che non sappia di già visto lo apprezzerei di più!

Francesca ha detto...

eh... che paccone!!!
io ho a casa Il segreto dell'alchimista e L'abbraccio delle Ombre... ma non li ho ancora letti!!
Non vedo l'ora di leggere le tue recensioni... comincio ad appassionarmi all'acquisto di questi autori italiani! Solo che poi dovrei anche leggerli...

ahahah se la Troisi vuole rifare dragonlance, mi aspetto molto dalle Leggende... =P

JackVenom ha detto...

Ciao Mirtilla, eravamo da un po' senza sentirci! Ma non eravamo morti, solo un po' svenuti, nulla di che!

Allora, del listone che hai segnalato posso dirti qualcosa su Eymerich Inquisitore, di Evangleisti: davvero un ottimo libri, mescola un po' il romanzo storico, un po' il fantasy e un po' la fantascienza, ma di queste cose ti accorgerai da sola. In ogni caso merita davvero! Poi mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu del suo stile...

Alla prossima!!

LucaCP ha detto...

"Il Segreto dell'Alchimista" e "L'abbraccio delle Ombre" li ho letti mesi fa anch'io =P! Il primo è molto bello, il secondo... meno. Tra l'altro non appena termino "Gli eroi del crepuscolo" ho "Nicholas Eymerich, Inquisitore" bello che pronto sul comodino. Vediamo se piacerà ad entrambi =P

PS: Poi ricordati di dirmi com'è "La Lama del Dolore". Mi ripropongo sempre di comprarlo, ma non trovandolo mai in libreria ripiego sempre su altro ^^'

PS2: Riguardo la Troisi, penso che anch'io aspetterò a comprare il suo nuovo romanzo. Più che altro perché poi ci rimarrei male senza il terzo e il secondo. Tra l'altro la protagonista, di viso, non ti ricorda Charlize Theron?

Gweniver ha detto...

Evangelisti spazia fra generi diversi all'interno dello stesso romanzo. Il fascino eccezionale del suo Nicholas si fa perdonare queste escursioni che non sempre trovo riuscite (quelle sci-fi meno di quelle "urban"... ma l'avrò usato bene il termine stavolta?).
In ogni caso mi sono piaciuti tutti i romanzi di Eymerich che ho letto.
Oh... degli altri autori ne avessi sentito nominare anche solo uno; e a leggere il blog di quello che te li ha venduti non che ci si fa coraggio. Spiego: se leggo un libro che mi diverte non riuscirei a venderlo (per fare spazio!?). Insomma, se mi piace un libro lo adoro anche nella sua fisicità! Che dite, me ne cerco uno bravo?
:-P

Valberici ha detto...

Beh, Evangelisti è un mio mito...anche se il suo ultimo libro sull'Inquisitore è un po' fiacco...ma credo si riprenderà con parlando di tortuga. :)

Riguardo all'ultimo della Troisi ti assicuro che non è assolutamente un "allungamento di brodo"...cosa che temevo anch'io non poco.
Ti dirò che mi ha persino un po' spiazzato, non credevo fosse capace di atmosfere così cupe e di una trama così drammatica, addirittura "shakespeariana".
C'è morte e sangue in abbondanza, c'è la furia........vabbè continuerò sul mio bòlog ;)

imp.bianco ha detto...

Si sa che Licia non sceglie i titoli delle trilogie... quindi dovresti rivolgere a Sandrone la tua domanda xD

X-Bye

Bruno ha detto...

@gweniver: scusami ma se avessi voluto vendere quelle che ritengo "ciofeche" non mi sarei separato dal primo di Evangelisti che è un GRANDE autore... e quanto agli altri, posso dire (in linea coi commenti nel mio blog) che non tutti mi hanno pienamente convinto ma nessuno mi è sembrato una ciofeca, il che tutto sommato dice bene degli esordienti italiani, visto che sono più o meno tutti scrittori alle prime pubblicazioni o poco oltre.

Cosa dovrei dire, che sono opere eccelse e prive di qualsiasi difetto? Dare i voti 5 su 5 con giudizio entusiastico come scrivono su IBS certe volte i fan o gli amici più zelanti, manco si trattasse d'un libro scritto da Tolkien reincarnato? Io penso che non si debbano leggere solo gli americani e gli inglesi e incoraggio a dar fiducia a questi esordienti (e spero di entrare a far parte del gruppo prima o poi), ma avere un atteggiamento positivo non vuol dire non vedere difetti dove ce ne sono. Mi sono stati anche offerti libri in regalo purché li giudicassi (non sto parlando di quelli di questo lotto per inciso, e per inciso uno l'ho anche accettato), questo vuol dire che la mia opinione non fa poi male a nessuno.
@Mirtillangela: buona lettura

Fed ha detto...

Oh... non so che dirti per gli altri, ma Eimerych è spettacolare!!! se sono tutti a sto livello, vai tranquilla :)

Mirtillangela ha detto...

@stefano: eh, la dipendenza da spezia è dura da smaltire... :P
Ma guarda che le eroine di spada dotate a me piacciono molto, solo che sette libri del Mondo emerso con la consueta fanciulla, rischia di essere un pò troppo per i mie difficilisssssssimi gusti ^_-

@francesca: appena guarisco un pò, riprenderò le letture, non so te ma io con la febbre non riesco nemmeno a leggere :(

eh, ma le leggende della dragonlance sono inarrivabili, quantomeno perchè hanno fatto scuola!

@jack: ho notato la vostra assenza, però mi pare che vi stiate riprendendo e questa è cosa buona e giusta!
Bene, quello che mi dici su Eymerich mi conforta perchè io amo molto le commistioni tra fantasy e fantascienza. Ho un'idea tutta mia a riguardo, ovvero che la fantascienza fornisca al fantasy elementi di coerenza e credibilità narrative.
Ti farò sapere ^^

Mirtillangela ha detto...

@luca: alla fine hai ceduto alla strazzulla :P
Ok, vediamo cosa ne pensiamo di eymerich in parallelo!!

@gweniver: a me gli incroci fantasy- fantascienza piacciono, se ben fatti. La Bradley con Darkover, ad esempio, è la mia autrice prferita proprio per la commistione di generi. Sono curiosa di vedere come evangelisti si muove con Eymerich.
Gli altri autori sono esordienti italici che mi avevano sempre incuriosito. Non ho idea di che tipo, e qualità, di lavori andrò a leggere ma ogni libro per me è una scoperta. Nel bene e nel male...

Mirtillangela ha detto...

@val: ah ma se piace anche a te Eymerich, non può che essere figo!
Quanto alla Troisi, non è l'allungamento di brodo che temevo, è la ripetitività del soggetto che mi preoccupa. la leggerò, più in là...

@imp: lo so, lo so, era solo una curiosità che mi è saltata agli occhi quando ho letto il titolo della nuova trilogia... :P

@bruno: GRAZIE!!!!

@fed: hai letto Eymerich? Sai che non lo sapevo??

sauron era un bravo artigiano ha detto...

Del tuo elenco ho letto solo evangelisti, che peraltro mi è piaciuto parecchio.

bella l'osservazioen sulle dragonlance. Non ci avevo fatto caso alla somiglianza dei nomi dei cicli.

Gweniver ha detto...

@Mirtillangela: Dire che la Dragonlance ha fatto scuola é come mettere Il Signore degli Anelli e Shannara sullo stesso piano. La Dragonlance sono libri scritti su commisione come mera operazione commerciale (che in effetti è il sospetto che viene a leggere la Troisi). Per fortuna a metà degli anni '80 scrivevano già di sword & sorcery anche anche Eddings e Gemmell che a loro volta erano stati a scuola da un certo Robert Ervin Howard.
Scusami il fervore alla Eymerich, ma ha fatto più scuola Calvino con il suo Cavaliere inesistente che il duo Weis-Hickman...
:-)

Anonimo ha detto...

bellissimo ho appena comprato il primo volume delle leggende....
poi dato che siamo quasi a natale e so che vi piace anche lacarey ho una sorpresa direttamente dalla redazione della casa editrice "le nord":
Gentile Valentina,
proprio in questi giorni stiamo riconsiderando la possibilità di pubblicare la seconda trilogia di Jacqueline Carey, spinti anche dalle numerose richieste dei suoi fan. Ci muoveremo dunque per acquisire i diritti di pubblicazione per l'Italia dei nuovi volumi. Se dovessimo riuscirci, comunque, dobbiamo precisare che l'uscita non sarà immediata, perché si tratta di libri corposi, che vanno ovviamente tradotti e rivisti (due cose né semplici né veloci). Ci sono poi altri tempi tecnici che, purtroppo, allungano ulteriormente l'attesa. Dunque, al momento, non possiamo darle informazioni più precise.


spero che la notizia posa essere di qualche interesse...io sono entusiasta