lunedì 23 giugno 2008

L'Incredibile Hulk- Recensione

Ieri io e Rob abbiamo visto Hulk al cinema e, come al solito di questi tempi, non siamo usciti insoddisfatti. Film godibile, effetti speciali a profusione, tensione ben dosata e spalmata in modo da non creare "cali" nelle quasi due ore di girato. E che dire degli effetti speciali? Assolutamente impeccabili.

Solo che... voi direte che sto in fissa, però dopo aver visto Iron Man, FILM sceneggiato da fumetto e non FUMETTO fatto a film, le mie prospettive verso le creazioni cinematografiche della Marvel sono un tantino cambiate e Hulk, a mio avviso, fa un mezzo passo indietro in questo senso.
Molto orientato alle mazzate e alle urla inconsulte del bestione, perde la naturalezza con cui Jon Favreau ci mostra il suo eroe di ferro. La sospensione di incredulità, per cui si guarda con occhio benevole uno Stark che se ne va a spasso con un attrezzo fluorescente nel petto, va a farsi bendedire in Hulk in cui molte sono le cose "fuori" posto che fanno tornare alla realtà della finzione cinematografica.

Lo so, son pignolerie. Ma queste sono le cose che "coglie" una che del fumetto di Hulk non sa nulla e del telefilm omonimo degli anni '80 ricorda ancora meno.

Altra nota dolente: gli attori. Edward Norton non è molto in forma in questo film. Il ragazzo si impegna, si immedesima nel personaggio triste di Bruce Banner ma al di là dell'espressione cagnolino bangnato non fa molto. Ok, Hulk è così, un eroe triste, ma un pò di personalità l'attore può darla anche all'ultimo degli sfigati, no?
Lyv Tyler: qualcuno dovrebbe ricordarle che Arwen era di un'altro film, quindi quell'espressione da cucciola smarrita, con tanto di labbro pendulo tanto sexy ma tanto uguale a tutti i suoi personaggi, poteva anche provare a cambiarla.
Consiglio spassionato: Lyv, la prossima volta scegli un personaggio orfano di padre, così tanto per variare il tema: -figlia ribelle da padre stronzo e/o possessivo e/o iperprotettivo-
Detto ciò, passiamo ai cameo del film.
La storia di Hulk la conosciamo tutti, fumettari e non, grazie anche al famoso telefilm omonimo che negli anni 70-80 impazzava in tv. Ve lo ricordate? Lou Ferrigno dava il volto, e i muscoli, alla temibile verde creatura Marvel e lo ritroviamo anche in questa nuova versione cinematografica, in un cameo che ha fatto fremere di nostalgia la romana platea (non trovo l'immagine del film, ma quella che ho scelto rende comunque l'idea....)

Era così prima...

E' così adesso...

E poi, alla fine del film, appare LUI, il già citato e impeccabile Tony Stark, sulle tracce di Hulk.

I beninformati mi dicono che, facendo due più due: in Ironman Fury va da Stark, in Hulk Stark va alla ricerca di Hulk -----> in futuro potrebbe venire fuori un bel film sui Vendicatori a base Ultimates.

Insomma, siamo sistemati per i prossimi 5-10 anni!!

17 commenti:

Stefano Romagna ha detto...

Hulk non mi ispira per niente, come quasi la totalità dei film tratti dai fumetti. Con un'unica eccezione: Spiderman.
Un film che vorrei vedere è E venne il giorno, ma ho letto pessime critiche. Buon inizio di settimana. :-)

imp.bianco ha detto...

Io non so quando e se lo andrò a vedere purtroppo... comunque il film dei Vendicatori è previsto per il 2011...

X-Bye

Valberici ha detto...

Sapresti dire chi è Derrida senza usare google?
Se la risposta è si allora dovresti leggere "Che fine ha fatto Mr. Y". ;)

p.s.:questo dev'essere il commento più OT che io abbia mai fatto :D

Roberto Dev ha detto...

@ Stefano: tanto per capire... per caso non apprezzi questa tipologia di film perché - in generale - ti risulta innaturale il processo di trasposizione tra due media così differenti (fumetto e pellica, intendo)o si tratta di un disinteresse "a pelle"?

Ad ogni modo sottoscrivo quanto già detto da Mirtillangela: non vedo l'ora di assistere a cosa succederà successivamente, anche perché l'entrata in campo di quel grandissimo figlio di buona donna di Tony Stark mi lascia ben sperare. (A tal proposito mi permetto un commento off-topic: in quanto ad appropriatezza, la scelta di Robert Downey per Iron Man è seconda soltanto a quella di Bale per Batman...)

Stefano Romagna ha detto...

Non sono un gran fan dei fumetti, non ne ho la cultura. Ne ho sempre letti molto pochi: Topolino, Tex, Dylan Dog e Spiderman, l'unico della Marvel. Gli altri mi sono sconosciuti, però qualche film l'ho visto: il primo Hulk, i due dei Fantastici 4, Batman e appunto i vari Spiderman. I Batman sono i miei preferiti, soprattutto quello firmato da Tim Burton. ^^

Mirtillangela ha detto...

@stefano: oh bhè, neppure io ho una grande cultura di fumetti (per fortuna, sarei al verde se oltre ai libri comprassi pure quelli!!) ma la mia insana passione per tutte le declinazioni del fantastico, mi fa andare al cinema volentieri a vedere i marvelliani e co.
Non posso apprezzare la vicinanza o meno del film al fumetto, non posso criticarne gli adattamenti, ma posso viverlo come un qualsiasi film fantastico.

@imp: davvero? Evviva, io non lo sapevo e nemmeno Fed, ma la diabolica fumettara ci è arrivata da sola!

@val: no, non so chi sia, quindi non posso leggere Che fine ha fatto Mister Y, giusto?

ps: ebbè, ma pure questa come risposta non è molto in tema col topic....

@Rob: W Stark!!!! ^_-

Valberici ha detto...

Beh, non sapendolo allora "puoi" leggerlo e non "devi". ;)
Comunque a me è piaciuto.
Ah, dimenticavo...la protagonista ha una strana passione per il dolore... ;)

sauron era un bravo artigiano ha detto...

Beh, Hulk si è trovato uno sfidante mica male : il film di iron man era difficile da battere.

Oltretutto, ho sentito dire che questo hulk hanno preferito rifarlo (oinvece di fare un sequel de precedente) perchè quello di ang lee era troppo intellettuale. E' possibile che l'abbiano sbilanciato nel senso opposto per reazione.

@stefano romagna : e venne il giorno l'ho visto venerdì. Non mi è dispiaciuto tantissimo (ho visto recensioni feroci)ma l'ho trovato troppo fasullo, un assemblaggio di personaggi fin troppo pittoreschi su di una trama molto improbabile.

Mirtillangela ha detto...

@valbe: ok, mi toccherà di nuovo fidarmi di te, mi sa :P
Un'altra masochista?? Ma che meraviglia!!!!

@sauron: confermo, questo Hulk non è il seguito di quello di Lee, è tutta un'altra cosa.
Intendiamoci, non è brutto il film anzi, è cmq meglio di tante altre pellicole di genere, ma poverello, è venuto dopo Iron Man....
Come procede con Locke? Superate le prime 100-150 pagine che sono, obiettivamente, un pò lente, il libro te lo divorerai di gusto ^^

Valberici ha detto...

Ummm...non son del tutto sicuro che ti piacerà...ma è un libro che vale la pena di leggere...in alternativa c'è sempre la Strazzulla... :P

Stefano Romagna ha detto...

@Sauron: io ho sentito che è il peggiore tra i film del regista. Un vero peccato, perchè il trailer mi ispirava e Il sesto senso, The village e Lady in the water mi erano piaciuti un sacco.
Risparmio i soldi, allora. Con quello che ormai costa andare al cinema mi ci compro un tascabile!
Grazie per la dritta. ^^

pisolo ha detto...

Io a dire il vero non ho visto neanche il primo film..Hulk non mi ispira per niente quindi non andro' neanche a vederlo :)

Mat ha detto...

Bah, io non avevo visto neanche l'altro film di Hulk, ma nessuno dei due mi ispira granchè. Tra l'altro, avrei visto meglio proprio Robert Downey Jr nei panni di Bruce Banner, in vece di Edward Norton. Forse potevano scambiarsi i film, no?
Per quanto concerne Lyv Tyler, non l'ho mai reputata una grande attrice e tra Arwen e Galadriel (sia personaggio che interprete) Galadriel per sempre!!! :-)
La serie tv la ricordo con nostalgia: la conclusione di ogni puntata con quel poveraccio che faceva sempre l'autostop e nessuno lo caccava...

sauron era un bravo artigiano ha detto...

@mirtilangela

Per adesso sono circa a metà. Conto di finirlo in settimana.

L'ambientazione è veramente bella, lo stile accattivante e almeno un cadavere mi ha lasciato di sasso perchè credevo fosse un personaggio destinato a svilupparsi. Mi ricorda un po' il romanzi della Bujold (e questo è un complimento : mi piacciono tantissimo).
L'unica cosa che mi lascia perplesso è che Locke sembra piuttosto passivo per essere il geniaccio dell'inganno che si suppone che sia. Ammetto che ha un avversario tutt'altro che trascurabile, ma adoro come i personaggi della bujold riescono a districarsi continuamente da qualsiasi situazione solo per infilarsi di conseguenza in un guaio ancora più ingarbugliato.

Mirtillangela ha detto...

@sauron: la scaltrezza di Locke è sottile e non troppo eclatante, è molto diverso dai personaggi sofisticati della Bujold.

Locke è un ladro di strada, vissuto da sempre sotto padrone, non è mai stato un uomo libero; di conseguenza ciò che fa è sempre un misto di obbedienza e indipendenza apparente. E' un personaggio coerente col suo vissuto, in questo senso.

Quello che mi ha colpito di Locke è la capacità, quando tutto sembra perduto (e più avanti nel libro capirai a cosa mi riferisco), di correre immediatamente ai ripari, non con la retorica o con rivelazioni eclatanti, o rivendicando altolocati natali. Ma solo con l'intelligenza, la velocità di pensiero, alimentata da umanissimi sentimenti come la vendetta.

Almeno questo è quello che ci ho visto io... ^_^

LucaCP ha detto...

L'ho visto proprio ieri a Milano, anche se per buona parte del film sono stato con la testa da tutt'altra parte! Comunque l'ho trovato "decente", niente di che. Tristissima e trashissima la parte finale in cui c'è il crossover con IronMan! Dai, sembra di vedere un telefilmXD

Stupenda la frase chiave del film: HULK SPACCA!XD

zebmccay ha detto...

allora...visto ieri sera to un po "scazzottata fine a se stessa"
se interessa ho notato citazioni da fumetti o telefilm...io ho visto questi:
vabbè..Stan Lee appare anche in questo film(e il vecchietto che si beve il succo di guaranjito contaminato)
poi Lou Ferrigno (primo Hulk del piccolo schermo) è la guardia del laboratorio che si fa comprare la pizza
i due ragazzi che fanno le foto allo scontro tra i militari e hulk all'università si chiamano Jim Wilson(che nei fumetti anni 70 è il partner di hulk) e ? mcgee (che nel telefilm è il gionalista ,anche qui scrive per il gionale universitario,che insegue Bruce Banner in tutta la serie
per ultimo quando il generale Ross prende il primo siero per abominio sulla targhetta si legge "dr erskine..progetto super soldato" che nell'universo marvel è il professore che ha creato capitan america
io ho visto queste...nessuno si è accorto di altre citazioni??

ciao zeb