martedì 6 maggio 2008

Pausa di riflessione

Prima che a Rob venga un infarto, non sto parlando di noi due ma della lettura.
Non so se a voi capiti qualche volta, ma dopo mesi di abbuffate, di quelle che non hai ancora terminato un libro che già la testa pregusta il sapore di nuovi mondi, adesso sono a dieta. Alla sera mangio solo un pò di internet, un pò di e-mail per il gioco di ruolo e poi nanna.
Niente più nottate, niente fibrillazione davanti alle librerie, niente attesa della sera per poter leggere. Nisba.

E' un fenomeno passeggero, lo so perchè mi capita spesso. E' come se il cervello abbia macinato storie, avventure, emozioni a ritmi così elevati da dover fermarsi per metabolizzare.

E mentre attendo paziente che il bancomat inizi a fremere di nuovo al passaggio davanti ad una libreria, mi chiedo come si faccia a dire che la Mayer, autrice di Twilight e derivate, sia paragonabile alla Rowling.
Non per fare polemica, Twilight è stata una lettura piacevole (il bel vampiro Edward farebbe innamorare tutte, mica solo qull'imbranata di Bella), ma di qui a dire che la Mayer sia la nuova Rowling ce ne passa. Forse a qualcuno sfugge che non basta vendere "tanti libri quanto" un altro autore per essere come "uguale a". E lo stile? E l'originalità? E la capacità di creare mondi e intrecciare eventi? La capacità di rinnovare un genere intero e diventare un paradigma di riferimento???
La Rowling, anche se il suo ultimo libro lascia molto a desiderare, non è paragonabile a una che scrive di vampiri, licantropi e adolescenti ormonalmente instabili.
La Mayer non s'è inventata nulla, non ha ridefinito i confini del fantastico mondiale. Ha solo riproposto, in salsa sanguigna, il tema dell'amore impossibile che non è più originalissimo da, diciamo, Romeo e Giulietta.


Scusate lo sfogo, in questi giorni mi sento molto Mirtilla ^__^

28 commenti:

LucaCP ha detto...

Fai benissimo a stare a "dieta" di tanto in tanto :-P Questi episodi capitano anche a me, proprio dopo le grandi abbuffate, per lo più quando concludo una saga lunghissima che mi ha tenuto col fiato sospeso. Ho bisogno di metabolizzare diciamo XD

Ps: La Meyer ha come pregio uno stile scorrevole, leggero, ma in quanto ad originalità non è paragonabile alla Rowling, ma forse neanche ad un qualunque scrittore fantasy. Alla fin fine lei non punta tanto sulla storia (vampiri... mannari...) quanto sulle emozioni che trasmette ^^.

Ps2: Ho iniziato a leggere "I Guardiani del Giorno". Promette bene eh *__*

Stefano Romagna ha detto...

Ogni riferimento a qualsivoglia articolo di una nota testata online dedicata al genere fantasy è puramente casuale, giusto? :-)
Sono totalmente d'accordo con te e non solo perchè Twilight io l'ho bellamente stroncato, ma perchè la Meyer della Rowling non ha nemmeno, perdonami la finesse, i peli delle ascelle. Twilight è sciatto, prevedibile, un libro dove la protagonista è un'idiota fatta e finita, pieno di luoghi comuni e situazioni dementi in pieno stile da bestseller americano. Per questo anch'io mi chiedo come sia possibile fare, vendite a parte che cmq non si avvicinano a quelle della Rowling manco di striscio, paragoni del genere. Mah...

Buon riposo dalle letture. Ogni tanto fa bene. E poi sappiamo che è una cosa temporanea. Vedrai che con i prossimi commenti sui racconti di Martin la voglia di leggere ti torna eccome! :-)

Mirtillangela ha detto...

@lucaCp: Concordo sullo stile della Mayer e volendo anche sulle emozioni, anche se trite e ritrite, ma sulla faccende dell'essere uguale alla Rowling davvero no.

I guardiani del giorno è un libro un pò diverso dal precedente, l'atmosfera cambia anche perchè i protagonisti sono tre, uno per ogni storia, e non solo il buon Anton con le sue pippe mentali. Ma è ugualmente bello! ^^

@stefano: mah, fantasy magazine alla fine si limita a riportare solo una notizia che la stampa mondiale batte sempre più di frequente, la rivista nostrana non c'entra. Ma la cosa mi infastidisce.
La Mayer scrive bene,crea personaggi appetibilissimi per il pubblico adolescente (più o meno lo stesso di quello di film come Step Up, per dire) ma da qui a paragonarla alla genialità della Rowling, ce ne passa.

E falle ste recensioni e vediamo se mi riprendo!! ^_-

Francesca ha detto...

:) pausa comprensibilissima... e così magari per un po' non mi si allunga la wishlist!!! :D
io personalmente faccio spesso passare un po' di tempo tra un libro e l'altro... in particolare se mi è molto piaciuto e voglio continuare a fantasticare in quel mondo prima di "andare da qualche altra parte".

:P io adoro la Meyer... penso che potrebbe scrivere anche la rubrica telefonica e rendermela piacevole... soprattutto in inglese.
Ma sono d'accordo che il suo punto di forza è proprio la scrittura scorrevolissima e frizzante, come inventiva non è che si sia sprecata molto, nè come trama... Decisamente non ha creato un mondo come la Rowling e sicuramente non sono paragonabili... mi stupisce molto che lo siano per vendite O.o non credevo!

imp.bianco ha detto...

Anche a me capita, ma solo con i libri XD con i fumetti no XD

X-Bye

violaDK ha detto...

io della Mayer ho letto tutti e 3 i libri. Non mi hanno impressionata, anche se una volta sono rimasta sveglia a leggere per tutta la notte fino alle 6 di mattina (era estate...). Di nuovo non c'è niente nei suoi libri, i vempiri vegetariani s'erano già visti, e pure la storia d'amore impossibile. Lo stile è molto semplice, niente che riesca a dare emozioni comparabili a quelle di altri autori (tipo, nel mio caso, Licia Troisi, Anne Rice, Jane Austen, Tolkien...). Non c'è certo nessun motivo di compararla con la Rowling. Il solo libro di Harry Potter che ho letto è stato il primo, quando ero in prima media. Lessi i primi capitoli e lo abbandonai: semplicemente non mi piaceva. Ma anche solo guardando i film (che certo sminuiscono i libri, a quanto mi è stato detto) si vede che la Rowling se l'è "sudato" il suo mondo, ha creato qualcosa di davvero nuovo, con tante di quelle cose strane, con tanta di quella magia che se fossi stata io a scriverlo avrei perso il filo del discorso dopo poco... Non si possono comparare. Punto.

Comunque, pure io ho dei periodi di digiuno di lettura. Faccio il vuoto nel cervello, e quando leggo un libro nuovo dopo il digiuno, è sempre un gran ritorno :)

coubert ha detto...

D'accordissimo in tutto e per tutto.

Sia sullo staccare un poco dai libri -è fisiologico, e così si ha il tempo di fare anche altro oltre a mangiare, respirare, dormire e leggere- sia sulla Meyer.

Ho letto quest'estate Twilight, e non mi ha detto assolutamente nulla. Un harmony per ragazzine adolescenti, condito con vampiri e licantropi. Stop.
Cioè, ogni volta che la protagonista vedeva il vampiro, le descrizioni erano sempre le stesse, adoranti e ripetitive all'infinito su quanto era bello\muscoloso\atletico\perfetto\divino. Alla quarta volta cominciava a stufare XD
(Che poi, non so perchè ma come personaggi mi ricordava vagamente il telefilm Roswell. Che non c'entra una mazza, ma tant'è, a me me lo ricordava lo stesso.)

Mirtillangela ha detto...

@francesca: è la stessa cosa che sta accdendo a me. Solo che io non dovrei andare "da qualche altra parte", devo andare sempre da Anton e dai Guardiani!!!

Quanto alle vendite della Meyer non sapresi se sei avvicinano a quelle della Rowling, onestamente non lo credo, ma ciò non impedisce alla stampa di mezzo mondo di paragonarla a lei. Misteri!

@imp: ah si? Non ti prendi mai pause da riflessione dai fumetti???

Mirtillangela ha detto...

@viola: io della Meyer ho letto i primi due e con New Moon ho chiuso. Non ci riesco, la scrttura è scorrevole, ma la storia assolutamente scontata e colma di luoghi comuni, mi scoraggia troppo.

Guarda, HP è per bambini solo nei primi due volumi, facciamo anche il terzo. Ma poi tutto cambia. Dovresti riprovare a leggerli, se non altro per gustare la genialità creativa della Rowling. Ed è proprio per la percezione che lei ha "sudato" per costruire un mondo fantastico coerente, con le sue leggi e la sua cultura, che non può essere paragonata alla Meyer ^^

Mirtillangela ha detto...

@coubert: Ma Twilight E' esattamente quello che dici ed è esattamente quello il motivo del suo successo.

Intendiamoci, io non faccio la snob. Non è che perchè un libro è smaccatamente indirizzato a ragazzine adolescenti in cerca del principe azzurro, non meriti di essere letto. Ogni testo ha la sua dignità, e ogni tipo di lettore va soddifatto e rispettato per i suoi gusti.

Dico solo che il paragone con la Rowling non regge, nemmeno se vednesse quanto lei.

Valberici ha detto...

La Mayer l'ho letta (del resto ho letto anche Moccia quindi sentivo di potercela fare.
Purtroppo non ho avuto nemmeno la "soddisfazione" di innamorarmi di Edward. :D
Per il resto io non ho mai pause di riflessione, anche se ogni tanto non leggo libri nuovi e mi rileggo i vecchi. :)

violaDK ha detto...

mah... io il terzo l'ho letto solo perchè volevo sapere come andava a finire. anche se era scontato volevo comunque vedere se c'era qualche sorpresa. delusione totale. ora poi ne sta scrivendo un altro mi pare, ma non so se lo comprero'... anzi, non credo proprio...

comunque, questa estate devo fare rifornimento di libri, e HP rientra nella lista dei desideri... la mia migliore amica si è innamorata di quei libri, e a parer suo "l'ordine della fenice" è il più bello... mi sa che comincero' da quello... poi si vedrà.

Mirtillangela ha detto...

@valbe: Mi spiace, tu dovevi innamorarti della sorella bonona di Edward ma se il colpo di fulmine non scatta, eh, non scatta ^_-

Ah si, anche io di norma nelle pause rileggo qualcosa di già letto, ma al momento quello che vorrei rileggere è nella mia libreria abruzzese :(

@viola: concordo con la tua amica, L'Ordine è bello ma, non so perchè, resto più legata al Calice di Fuoco e al Principe Mezzosangue.
L'importante è che tu li legga perchè la Rowling non può mancare!

Aislinn ha detto...

Sono contenta di aver scoperto il tuo blog:-) Un saluto!

violaDK ha detto...

"Terminate le riprese del film Twilight, tratto dal suo romanzo"

questa mi giunge nuova... non sapevo che di Twilight ci avessere pure fatto un film... Chissà se farà come Eragon...

Francesca ha detto...

^^ io che non seguo molto "le fonti ufficiali" non avevo mai notato questo paragone assurdo!
comunque non ti perdi nulla a non aver letto il terzo, twilight è l'unico che vale... ma io li leggo lo stesso e mi diverto! \( ^o^ )/
il film sarà sicuramente inguardabile... cioè... se ci togli la scrittura simpatica, cosa rimane? :| bah.

Mirtillangela ha detto...

@aislinn: ciao e benvenuta! E io sono contenta di aver trovato, assieme al tuo blog, anche un'altra autrice italiana fresca fresca di pubblicazione! Un grande in bocca al lupo! (ti linko nella blogroll così non ti perdo di vista :P)

ps: " I portatori di Tenebra" è già in distribuzione?


@viola: -_- Si, c'è anche un film che, nelle intenzioni del regista, non è solo per ragazzine. E come farà mai??? O_O

@francesca: mah, steremo a vedere (i tutti i sensi)!!!

Dilhani ha detto...

Ciao!! Capisco benissimo questo tipo di pause, capitano anche a me, ammetto troppo poco spesso e troppo poco lunghe :D spendo veramente troppi soldi in libri, devo darmi una regolata!
Per caso hai letto Bryan di Boscoquieto? E in caso mi sai dire qualche cosa?? Ci conto eh! ;)

Mirtillangela ha detto...

@dilhani: ahimè niente Bryan, per ora la lista è piena!

@tutti: DIETA FINITA (a dimostrazione che non sono il mio forte): oggi ho comprato Gli ultimi Guardiani sempre del furbo Luk'janenko!!!

Notte!!!

sauron era un bravo artigiano ha detto...

Volevo commentare "emmeno male che ogni tanto interrompi un po', che mi facevi sentire un fannullone perchè non riesco a tenere i tuoi ritmi" e tu subito finisci la dieta.

Accidenti!

Fed ha detto...

a me capita spessissimo, ho un rapporto malato con la lettura in cui oscillo fra fasi di bulimia (in cui leggo di tutto di più) a fasi di totale anoressia (non leggo manco la lista della spesa con grande gioia dei direttori dei supermercati). Ultimamente a causa del poco tempo forse ho trovato una specie di equilibrio: leggo solo la sera per cui per forza di cose non posso eccedere in un senso o nell'altro.
UNa pausa di riflessione è normale secondo me, serve a digerire bene tutto quello che hai letto e ripulitri la testa in previsione della prossima abbuffata

ila ha detto...

non posso che non essere daccordo..avevo scritto un bel commento..ma explorer ha deciso di fracassarsi sotto le mie dita proprio in quel momento..vabhe!
paragonare una storia intricata ed originale come può essere l'intero raccondo Potter ad un amore banalotto e ritrito come la storia di un'adolescente che si innamora di un vampiro..è come paragonare la cioccolata fondente all'acqua...sebbene l'acqua sia comunque rinfrescante e piacevole :)

Dilhani ha detto...

Ti spiace se ti linko??

Mirtillangela ha detto...

@sauron: Ahahaha!!! Sarà per la prossima volta :P

@fed: oh bhè, ma anche io leggo solo la sera ma ciò non mi impedisce di ingurgitare libri a una certa velocità. Tranqui, la pausa è finita!!!

@ila: -_- Tu non hai idea di quante volte capiti anche a me di scrivere e di perdere tutto grazie a exploDer... infatti ota sto su mozilla!!
Si, il paragone regge perfettamente. Non dico che la Meyer non scorra tranquillamente, ma non ha "costruito" nulla che rimanga nel tempo (al di là della bellezza smodata di Edward... :P)

@Dilhani: cerco che no, ci mancherebbe! ^_^

alladr ha detto...

sto per dire qualcosa di antipatico, scusate.
ma davvero trovate la rowling questo picco di originalità? intendiamoci: ha tecnica e sa scrivere bene e non voglio fare polemica. ma mi sono chiesto, mentre anch'io mi entusiasmavo per, quali sono gli elementi di originalità della saga (anche se, forse, si dovrebbe parlare di due saghe distinte, visto che i primi tre libri raccontano episodi tutto sommato isolati, mentre gli ultimi quattro costituiscono più una storia unica ad impianto fantasy classico: con una quest).
rapporto babbani-maghi? c'era già prima, anche se ovviamente non si parlava di babbani, in tutti i romanzi in cui un ragazzo/bambino normale incontra la magia (da streghe di dahl alla pietra del vecchio pescatore e s emi fermo qui è solo per ignoranza);
scuole di magia? vediamo un po'... endill swift, c'è un racconto di ende che forse è posteriore al primo hp, sicuramente il primo della saga di earthsea e la scuola di rok... è vero, però, che la rowling è più "moderna", racconta una crescita e la socialità (mentre le altre scuole di magia sono viste più attraverso gli occhi del singolo). naturalmente non ci sono solo queste cose nei libri della rowling, ma non ho voglia di farla troppo lunga. quel che mi piacerebbe sapere è: cosa mi è sfuggito della saga di hp che la rende così innovativa e originale? perché l'ho trovata "solo" estremamente godibile?

aggiungo un dettaglio: nella quarta di copertina di cuore d'inchiosto (cornelia funke, mondadori) è scritto: "la funke è la rowling tedesca" e io ho pensato la stessa cosa che ha pensato mirtillangela (ma ben cosciente del fatto che si tratta di autrici decisamente sopra il livello della meyer). per dire: alla fine ci sono davvero paragoni tra autori che non siano scemenze?

Stefano Romagna ha detto...

Alladr: Cornelia Funke scrive bene, ma non al livello della Rowling.
A me Cuore d'inchiostro tutto sommato è piaciuto per altri motivi, ed è sicuramente meglio di Twilight, aldilà del paragone fuorviante che si legge in copertina. Ma quello è marketing, e come tale andrebbe valutato.

E' vero, la Rowling non è la prima a parlare di scuole di magia, come tu stesso dici per Ursula K. Le Guin che nel Mago ci aveva già pensato.
Le sue sono idee pescate un pò dappertutto tra mitologia e folcklore, ma a mio avviso nessun autore le porta avanti con il suo stesso brio e profondità. Almeno, io non ho letto altre opere dove una scuola è così ben caratterizzata, con i suoi professori, ogni materia distinta e con le sue specifiche caratteriste, e tutto il contorno che ci sta dietro. Per non parlare di invenzioni come il Quidditch, che pur avendo le scope volanti che di certo non ha partorito lei, è un'idea del tutto inedita.
Perchè se io ho amato la Rowling è stato anche e soprattutto per quel senso di meraviglia che i suoi libri infondono, arrivando a farti quasi credere che i maghi e la loro società nascosta esistano davvero. Ha previsto tutto, non ci sono incongruenze, ogni aspetto della loro vita è stato sviluppato, ampliato, approfondito. I libri crescono d'intensità e complessità in accordo al protagonista, si notano sfumature in Harry man mano che prende atto del suo ruolo. C'è tutto un bellissimo universo alla base che io non ho mai trovato in altre letture analoghe, e di Fantasy e fantistico non ne ho letto poco.
Senza contare che il suo stile è unico, pur non essendo privo di difetti, e piace tanto ai grandi quanto ai piccoli. Non è cosa da tutti.
Se poi sono io un facile credulone, è un altro discorso. :-)

Anonimo ha detto...

a me è piaciuto per gli stessi motivi, solo, kwiddich a parte, non lo trovo originale, ecco tutto.

Mirtillangela ha detto...

@alladr: Ciao! La tua è una domanda pertinente ma rimanda ad un problema più generale che è cosa si intenda per originalità in un libro fantasy.
Mi sa che adesso ci faccio un post ad hoc!

@stefano: non avrei potuto esprimermi sulla Rowling meglio di quanto hai fatto tu ^_-