lunedì 11 febbraio 2008

Magdeburg. Fantasy?


Oggi giornata un pò turbolenta quindi solo ora sono riuscita a fare un salto dalle parti di Fantasymagazine dove leggo la notizia sulle candidature di quest'anno al Premio Italia che premia, appunto, le opere e le persone che si sono distinte nell'ambito del fantastico (nella sua accezione più ampia) e nel corso del precedente anno solare.

Spulciando nella categoria che mi interessa, ovvero il romanzo fantasy, leggo:

Romanzo o antologia personale — Fantasy
— I draghi di Chrysos — Debora Montanari — Perseo
— Shan — AnnaMaria Bonavoglia — Triskell
Magdeburg— Il demone — Alan D. Altieri — Il Corbaccio

I primi due non li conosco ma il terzo mi è familiare....attimo di dubbio.... MAGDEBURG sarebbe un FANTASY? O perbacco, questa si che mi giunge nuova! Guardo meglio, magari mi sono sbagliata, ma la triade è lì e in mezzo resta Alteri.

Mi sento un pò smarrita. Cioè, nell'accezione più ampia del fantastico cade anche il romanzo storico? Ma nella trilogia di Alteri la cosa più fantasy è un NINJA!!! Per carità, fa cose turche con la katana, ma pur sempre un umanissimo ninja resta...
Bhò. Eppure questi del premio son professionisti, sono certa che sto prendendo io una colossale cantonata anche perchè ammetto che sto premio lo conosco poco (se qualcuno ne sa di più è pregato di intervenire così mi aiuta a capire ^_^).

Tuttavia mi piacerebbe sapere che ne pensa l'autore di questa candidatura un pò, come dire, inusuale (e non mi pare neppure che sia la prima volta) mentre la mente mi corre al dibattito animato che si sta tenendo su anobii per la
definizione del genere fantasy: signori, ampliate la definzione, arriva Magdeburg!!

9 commenti:

Valberici ha detto...

Mah, davvero inspiegabile 'sta cosa.
A parte un corvo più grosso del normale ed un roditore gigante non c'è nulla di fantasy.
Sarebbe davero interessante sapere cosa ne pensa Altieri.
Che comunque in ambito fantasy dovrebbe essere premiato a vita per le eccellenti traduzioni di Martin. ;)

sauron era un bravo artigiano ha detto...

Se ricordo bene (dovrei fare qualche ricerca e non ne ho voglia) in realtà non sono professionisti. sostanzialmente quando si partecipa a una italcon, poi si ha il diritto di votare una candidatura. Se abbastanza persone appoggiano una candidatura, quella entra nella rosa ufficiale.
Ricordo che anni fa, dopo essermi registrato a una italcon era arrivato anche a me il foglietto da compilare.

Stefano Romagna ha detto...

Mah... mi sembrano un pò incompetenti... che la trilogia di Magdeburg non è fantasy lo so anch'io che lo devo ancora leggere...

imp.bianco ha detto...

Non ho letto nulla di Altieri...quindi non saprei dire..me lo consigli?

Sean MacMalcom ha detto...

Sigh... =.="

Mirtillangela ha detto...

@valberici: si, sarebbe interessante sapere che ne pensa. E cmq concordo, in mabito fantasy già solo per le traduzioni di Martin merita eterna gratitudine!

@sauron: se è come tu dici, e ne sai certo più di me, allora il problema è nella concezione che i lettori hanno del fantasy... Però mi chiedo: se indico un concorso e vedo che le indicazioni che mi pervengono sono discutibili, posso pubblicarle senza preoccuparmi della "non correttezza formale" di quanto pubblicherò a mio nome?

@stefano: appunto!!

@Imp: io ho letto solo questa trilogia ma Alteri ha scritto molto altro. Magdeburg te lo consiglio vivamente se apprezzi i linguaggi asciutti e simboli,a volte un pò criptici. Passa in libreria e sfoglia uno dei libri in questione, capirai a "vista" cosa intendo...

@Sean: Concordo....

Bolak ha detto...

Sono d'accordo, è un po' un azzardo considerare Altieri Fantasy, anche se la sua trilogia è bellissima.

Infine, forse mea culpa, non conosco gli altri due finalisti. Sul primo ho visto un articoletto su FM, mentre la seconda non la indicizza neppure google (cosa fin troppo strana, per una finalista al Premio Italia). Mi informerò meglio, ammesso esista la possibilità di farlo.

Cheers,
Fra

Mirtillangela ha detto...

@Fra: grazie di essere passato ^_-
Onestamente neppure io conosco gli altri due finalsti e questa cosa della mancata indicizzazione da parte di google è un pò bizzarra.

Non conosco il regolamento di quel concorso ma a questo punto sarebbe interessante capire _chi_ è stato interpellato per votare e da che backgroud proveniva. Voglio dire, quella di Altieri è una _svista_ che non capita facilmente a chi frequenta il genere fantasy con una certa assiduità...

Credo che rimarrà un mistero irrisolto. ^^

Anonimo ha detto...

Interessanti osservazioni le tue, Mirtillangela, che condivido (come ho avuto modo di esprimere in un mio articolato post al riguardo sul blog di Andrea D'Angelo).
Il mistero dell'ascrivibilità del romanzo di Altieri al genere, sono convinto che resterà tale (dovremmo conoscere le motivazioni dei componenti la giuria e non penso che succederà).
Concordo poi con Francesco sul fatto che uno degli altri due titoli finalisti sia praticamente irrintracciabile, qualsiasi sia il motore di ricerca usato per provare a farlo (non credevo una cosa del genere fosse ormai possibile).
Se qualcuno di voi riesce a reperire notizie, sarebbe interessante saperne di più.


Michele Giannone