lunedì 4 febbraio 2008

Quando capolavori e quando schifezze


Da quest bel post di Sauron è nata una riflessione sulla personale tendenza all'accumulo di libri fantasy di ogni sorta nelle nostre colme librerie.

La domanda è semplice: guardando i libri sui vostri scaffali, quanti di questi sono delle vere perle che quasi vi commuovete solo a leggere la costina, e quanti altri sono schifezze comprate sulla scia ossessiva-compulsiva dello shopping di genere ("vediamo questo com'è, lo so già che mi farà orrore ma magari mi sbaglio")? Oppure quante volte vi capita di pensare: "primo o poi lo levo da lì, mi vergogno solo ad avercelo esposto?

Personalmente provo questa cosa moooolto raramente, vado fiera anche delle cantonate clamorose che prendo, ma in linea di massima quando mi casca l'occhio su quei due tomi di Brooks che ho (gli altri che ho letto li ho avuti in prestito) mi prende male. Oh, intendiamoci, mica è l'unico autore che non mi piace ma gli altri, per fortuna, non mi stanno sotto il naso tutto il tempo ma sono stati cortesemente resi al proprietario (vero Fed??).

Quanto alla seconda domanda...vabbè, faccio outing: mi vergogno a morte di avere sulla libreria tutti i volumi della saga Ramses (e qui stendo un SUDARIO pietoso....)

22 commenti:

Stefano Romagna ha detto...

E io che ho i libri di Moccia allora cosa dovrei stendere? Un telone da circo? :-)

Diciamo che prima di acquistare un libro piuttosto che un altro, cerco almeno di documentarmi o leggere qualche rece in giro. Di cantonate comunque ne ho prese anch'io, sia perchè volevo farmi un'idea mia, sia perchè sono sotto sotto intrinsecamente masochista:

- Ewilan dei due mondi, di Bottero
- La spia di Shandar, di Robson
- La lama del dolore di M. Davide

I primi 2 sono delle ciofeche tremende. Il terzo, pur avendo spunti interessanti, non mi ha convinto del tutto per tantissimi motivi.

Ma ce ne sarebbero tanti altri, come Jonathan Strange & il Signor Norrel, di Susanne Clarke, che ho momentaneamente messo da parte.
Brooks invece a me è piaciuto parecchio.

Sean MacMalcom ha detto...

Brooks mi piace... anche se li ho letti tutti in biblioteca e mancano quindi alla mia libreria (almeno fino a quando non avrò occasione di comprarli a buon prezzo). ^.^"""
Ramses non l'ho ancora letto pur avendolo recuperato ad 1 euro a volume in una bancarella. Mi devo preoccupare??? O.o

Ringrazio il cielo di non aver acquistato Eragon ed Eldest, che mi vergognerei di tenere in esposizione (o anche solo mischiati agli altri libri): per fortuna un prestito da parte di un'amica mi ha permesso di leggerli senza acquistarli... ed evitarmi per tempo l'obbrobrio di tale scelta! ^_^"""

Per il resto di libri che possiedo non provo vergogna per nessuno... provo, anzi, più spesso rimorso per non possederne qualcuno che vorrei piuttosto che vergogna per qualcuno che possiedo e non vorrei. :D

Mirtillangela ha detto...

@stefano: Concordo, anche io alla fine sono intrinsecamente masochista ma soprattutto sono diffidente: prima provo e poi parlo!

Trannne che le Pietre Magiche di Shannara, che ho amato alla follia, purtroppo Brooks lo detesto per la sua prevedibilità. Cmq è in ottima compagnia grazie alla presenza di Tolkien (lo so lo so, ma io non ho mica mai detto di essere perfetta...) e di Pratchett.
nelle mie (s)preferenze.

@Sean: ramses? bhà, non conosco i tuoi gusti quindi nn fidarti del mio ma quella saga è di una _semplicità_ disarmante.
Certo però per quello che hai speso ne vale assolutamente la pena! Eragon ed Eldest non mi sono dispiaciuti, come si diceva tempo fa sul blog di Stefano, ma tra i due meglio Eragon. Il terzo chissà come sarà...

ps: domanda, ma quello sul tuo blog è un romanzo???

Parao ha detto...

Anche la mia libreria trabocca di "cacate", tanto per dirla in modo papale.
Ma è da molto che ho preso provvedimenti contro il consumismo fantastico. Delle ultime schifezze uscite in libreria, ne ho ben poche... e queste poche mi sono state spedite aggratis dalle case editrici (devo essere finito in qualche lista, al tempo della responsabilità delle recensioni di Fantasy Magazine).
Il vantaggio è che ogni tanto mi arrivano anche cose di valore, come Magdeburg di Altieri.

In ogni caso, le vere schifezze non sono un problema. Il problema reale è quando si comprano tre libri a scatola chiusa, per paura che ti piacciano e non si possa, poi, trovare il seguito.
In realtà, credo sia una paura ereditata dal passato, quando, cioè, in Italia davvero si trovava Brooks e poco più (Brooks in favore del quale spezzo due lance, una a suo favore per alcuni libri davvero godibili, e una sulla sua testa per aver scritto cose ben al di sotto delle succitate "godibilità").

La conseguenza del passato consumismo è che molto presto la mia libreria si alleggerirà di un bel po' di titoli: i brutti, i già letti e non memorabili, i mai acquistati di cui non me ne frega niente.
Credo che così facendo arriverò al 50% dei presenti volumi o, forse, addirittura al 30/40%.

Il fatto è che ho perso nel tempo quella sorta di feticismo del libro, quella smania del possesso.
L'oggetto libro è il mio preferito, sopra ogni cosa. Ma averlo per averlo, in tutta sincerità, non m'attrae più.
Gli unici che merita tenersi, una volta letti, sono i capolavori che rileggeresti. E quanti sono? Il 10% se sei fortunatissimo?

Chao muchachos, un sorriso,
Andrea

Ghejoxx ha detto...

ma guarda io penso ke sia impossibile di ke i libri k uno ha facciano o meno skifo... anke x' se li hai comprati qlks in quel libro t'ha spornatoa komprallo e alal fine po esse o meno un capolavoro xò alal fine nn è sikuramente brutto.. certo io nn comprerò mai un harmony o robbe simili xò se qlkn li kompra qlks di bello pur lo avranno no? alal fine ogni storia merità de esse letta e il punto nn è se te delude o meno, ma sl ke ql genere nn rispekkia i tuoi gusti, se po giudika o meno sul modo de esse scritto o sul km la vicenda si svolga e evolva ma nn se ne po di se è brutto o meno, x' km ripeto se il genere nn te piace effettivanmente nn lo se po kommenta. se il genere te piace cmq alal fine io resto dell'idea ke qlks di bello ql libro lo ha avuto, sl ke magari in memzzo all'akkozzaja de "monnezza" nn se vede

Mirtillangela ha detto...

@Andrea: prima di tutto benvenuto!
Nel mio caso non si tratta di semplice brama di possesso. Quando ho iniziato a leggere fantasy avevo 14 anni e vivevo in un paesino abruzzese senza lo straccio di una libreria, figurarsi di una biblioteca. Di appassionati di fantasy manco l'ombra ergo ho inevitabilmente preso la "brutta" abitudine di comprare libri. Ora le cose sono leggermente diverse, di librerie ne ho molte intorno e anche di amici "fantastici", ma il gusto di comprare non è passato.

Credo che l'idea di sbarazzarmi dei libri mi faccia stare male, sai?? Come fai tu?? Si, anche le mezze cagate, è vero che togliendo quelle si potrebbe fare spazio, ma sono cmq un pezzo di me e della mia formazione, non potrei staccarmene!

Ah, un pò di spazio per i tuoi di libri lo trovo, tranquillo, è il tempo che mi manca!!! ^^

Mirtillangela ha detto...

@ghejoxx:sono d'accordo con te sul fatto che ogni storia meriti di essere letta e anche sul fatto che è impossibile che qualcosa faccia _completamente_ schifo sennò col cavolo che uno la comprava. Infatti, su un ammontare notevole di letture sostenute, ti dico che la percentuale di "orrori" nella mia libreria è davvero bassa.

Ma l'infallibilità non è di questo mondo e quindi il rischio di scegliere male, anche se qualcosa ha spronato l'acquisto, è sempre dietro l'angolo. E io mi riferisco proprio a quella piccola fetta di sfiga lì..... ^^

Ghejoxx ha detto...

beh qll effettivamente po kapita, d0artronne il mio acquistoi de 2 libri ke ho gia citato nn sarebba akkaduto, anke se cmq alla fine nn me so dispiaciuti, certo mankano alcuni pilastri di un fantasy ma er libro score bene e nonostante tutto alal fine te appassiona x certi versi, qnd nn posso popo di ke so state du ciofeke o soldi buttati

Ghejoxx ha detto...

anke x' cmq c'è da di ke è pur vero ke gente come branko e affini publikeno "libri" xò se na casa editrice decide de publika qlks è sikura de avecce il suo tornakonto e qnd l'opera nn è popo tera tera

sauron era un bravo artigiano ha detto...

Weee che onore avere offerto lo spunto per questo post!

Io sono stato per parecchio tempo un acquirente compulsivo, quindi le porcherie sui miei scaffali non mancano di certo (se vi capita di vedere il nome di Gary Gygax su qualcosa che non sia un gdr scappate a gambe levate). Quel che è peggio rimango tuttora un feticista della carta stampata per cui l'idea di separarmi da uno dei miei libri, fosse anche tra i meno interessanti, mi fa quasi lo stesso effetto che separarmi da un braccio.

Anche perchè quado lo faccio mi va male. Ho tenuto per anni un opuscoletto di fumettari esordienti che mi era arrivato allegato a "L'eternauta". Quando finalmente mi sono deciso a buttarlo insieme a un po' di altra roba per fare spazio, poco dopo Ratman (un personaggi apparso la prima volta appunto su quell'opuscolo)ha cominciato a diventare popolare in edicola e l'opuscolo ha acquisito valore.

Giova ha detto...

Uhm.
Io ammetto senza timore nè vergogna che nella mia libreria ci sono almeno un quattro o cinque tomi che altro non sono se non una strage ingiutificata di parte dell'Amazzonia. Purtroppo (?)alcune di queste chicche si trovano in Italia in qualche scatolone a casa dei miei ma proverò ad andare a memoria con i titoli.

Il primo ed insuperabile credo si intitoli Cielo di Fuoco, un incrocio tra Fuga da Absolon (che non è precisamente 'Il Padrino' già di suo) e un videogame amatoriale.

The Runelords di Farland, un libro (primo di una saga che mi sono ben guardato dal proseguire) basato su un'unica ossessiva trovata che viene ripetuta e riproposta alla nausea.

Il primo libro di Lupo Solitario. I libri game erano e sono un mito, insomma scherzate con i fanti e lasciate stare i santi. Speculazione di bassa lega (e io, appunto, ci sono caduto :))

Poi, vabbè, ce ne sono un tot che magari non mi sono piaciuti granchè ma hanno la loro dignità, e non mi vergogno di averli comprati (Malazan, i Santi della Spada di J.Marco, Tutti i colori dell'acciaio, etc)

Oddio, ripensandoci, 'Melanzan' è borderline...

Fed ha detto...

Cosa dovrei dire io che per un periodo ho avuto non una ma due copie della prima trilogia di Shannara in casa? (Una comprata per curiosità, l'altra ricevuta in regalo). Però dato che tendo a disfarmi dei libri che proprio non mi piacciono, ammetto di avere poca roba di cui mi vergogno nella mia libreria. Molta di cui sarebbe sano vergognarsi, questo sì...

Sean MacMalcom ha detto...

@Mirtillangela: ehm... non oserei mai dichiararlo come tale! ^_^""""" Diciamo che desidera essere uno sfogo creativo quotidiano e che forse mira anche ad avere un senso compiuto! =^_^=
Definirlo addirittura "romanzo" mi pare troppo audace! =^_^=

Tornando IT: concluso "Il totem del lupo" ho intenzione di provare questo famigerato Ramses... vedremo! :D
Eldest, secondo me, era iniziato in maniera interessante, in particolare nelle parti dedicate al "fratello"... ma poi la chiara ispirazione di Guerre Stellari è purtroppo tornata in maniera violenta, banalizzando troppo l'opera. Eragon, letto dopo aver visto quell'oscenità di film (che cast sprecato :(() sicuramente mi era piaciucchiato... ma mi domando se per sua qualità o, appunto, per effetto del film! :D

Mirtillangela ha detto...

@Sauron: è la stessa cosa che provo io, se mi tocchi un libro, pure poco gradito, divento una iena!
Quanto a ratman e ai potenziali dindini persi direi.... che sfiga!!

@Giova: Malazan E' davvero borderline, altro che...
Gli altri titoli non li conosco per sfortuna o per fortuna, dipende!

@Fed: Guarda che la prima trilogia si salva ancora...

@Sean: personalmente credo che il film di Eragon sia la cosa più brutta che abbia mai visto in questi ultimi anni al cinema.
Il libro mi piacque, certo non per l'orginalit estrema, ma per la scorrevolezza si.

bene bene, vorrà dire che piano piano leggerò anche il tuo "sfogo creativo" ^^

imp.bianco ha detto...

Io ho un libro di Warcraft di Knaak...regalato......non comprerò i seguiti XD

X-Bye

Mirtillangela ha detto...

@Imp: molto diplomatico ma il senso si capisce... :P

Francesca ha detto...

ehm... io... io voglio bene a tutti i miei libri! XD ok, alcuni non mi hanno appassionata (ho preso recentemente "il tempio verde" e non è che sia stato un'acquistone... ma tanto comprerò anche i seguiti quando usciranno... ^^; perchè sì... ecco, "la bambina della sesta luna" non c'è l'ho proprio fatta! c'ho provato, ma niente... comunque se ne rimane lì in bella vista, l'edizione è pucci!)
Insomma... non potrei sopportare di separarmi da uno dei miei libri, e poi difficilmente non mi piacciono... XD confesso tutta la mia bassa capacità di critica...

laura ha detto...

nonostante sia gelosissima dei miei libri, quelli che proprio non mi sono piaciuti, li regalo a chi tra i miei amici manifesta il desiderio o al massimo li regalo alla biblioteca. degli altri, anche quelli che non sono eccezionali, vado cmq fiera, e mi piace vederli sugli scaffali.
il fatto più che altro è: *quando mai riuscirò a leggere tutti quelli che compro mossa da un'ossessione morbosa???*
a questa domanda non c'è risposta, diventerà uno dei grandi misteri insoluti.

Valberici ha detto...

Certi brutti libri van comunque letti per farsi un idea dei "mala tempora" che stiamo vivendo ;)
Quindi appena ho tempo mi leggerò Moccia.

Mirtillangela ha detto...

@Laura: Come non darti ragione? Ma per mia ecologia mentale ne compro tassativamente uno per volta, almeno questo male qui me lo risparmio!

@valbe: Eh no, io ho già un'idea sufficientemente precisa di come siano gli adolescenti di oggi grazie ai ragazzi-alunni dell'università.
Ergo Moccia me lo risparmio volentieri, grazie!

Ghidara ha detto...

Ciao!
Grazie per la visita al mio blog!
Rif. al post precedente: Il libro di Giannone io l'ho trovato, ora ce l'ho in coda di lettura.
Tornando a questo: Comincio a essere curiosa. E se il libri di Moccia fossero belli?
E se valesse la pena di comprali tutti?
Senza dirlo in giro, magari...

Mirtillangela ha detto...

@Ghidara: Beata te, io Giannone non lo trovo da nessuna parte, toccherà ordinarlo su ibs!

Quanto a Moccia...tu dici che... cioè si, magari... si potrebbe anche leg....NO, scusa, non ce la posso proprio fare!!
Ma grazie del tenativo!

In bocca al lupo per la tua fatica Il Segreto dell'Alchimista, ovviamente sarà mio!