mercoledì 19 dicembre 2007

La dieta?


Potrei parlare della notizia di qualche giorno fa di Peter Jackson che ha finalmente ottenuto il via libera alla produzione de Lo Hobbit. Potrei gettarmi nella profonda disquisizione su Signore degli Anelli Film si o no, e invece.... ragazzi, ma quanto è DIMAGRITO Peter Jackson???

Guardare per credere:




Cioè, frequentare Gollum e compagnia, fa questo meraviglioso effetto???? PURE IO!!!!!!!!!!!!!!!

9 commenti:

Fed ha detto...

bah! non è che fosse precisamente la ciccia il primo dei suoi problemi (e chi sta pensando che sto per fare la mia solita noiosa sparata contro _certe_ trasposizioni cinematografiche sta per essere stupito con effeti speciali) cioè
uno che pensa e realizza film come "Splatter" qualcosa che non va ce l'ha nella testolina non nel tessuto adiposo (e, per la cronaca, quel film mi è piaciuto e mi ha divertita olre a causarmi qualche problema di digestione).
Comunque complimenti, Mr Jackson, e se mai dovessi passare di qua lascia il numero del tuo dietologo per cortesia.

Stefano Romagna ha detto...

In effetti fa un pò impressione... sembra quasi malato!

Paola ha detto...

ma poooovero!!!!
Avrà fatto un intervento di chirurgia per farsi asportare parte dello stomaco: figurati se è stato esercizio fisico!
Oppure avrà ingurgitato chissà che genere di pasticche (i quali componenti sono tutt'ora sconosciuti) per dimagrire comunque...
^_^
:P

tania_01 ha detto...

ciao,ho iniziato un blog da poco e mi sto guardando intorno per crearmi una rete di amicizie con le mie passioni,ho visto che anche tu ami i fantasy,spero diventeremo amiche^^
il mio blog è fantasticheavventure.blog.kataweb.it visitami,se vuoi

Fabrizio ha detto...

Ok, credo di essere terribilmente in disaccordo con te su un mucchio di cose.
Ma il bello di internet è anche questo, no?

Ma ne pesco due tra i tuoi interventi esterni e il tuo blog.

A) "Tolkien avrebbe bisogno di un editor" EhhhHHHHhhh??? Sarebbe come dire ad Umberto Eco che il pezzo del portale ne "Il nome della rosa" era lungo e noioso. Tolkien era un genio o un pazzo. Ma sicuramente ha dato anima e corpo creando un intero universo e con esso un genere. Era un linguista e ha creato lingue per i propri popoli e da qui ne ha creato il carattere sociale e le tradizioni.
Come fai a dire ad uno che ha fatto un capolavoro che avrebbe avuto bisogno di un editor? Come dire che a Leonardo il parere di un gallerista non avrebbe fatto male...

2) Licia Troisi e gli aspetti sociali del mondo emerso. Ovvero un caso quasi opposto a quello di Tolkien, in cui spesso la narrazione glissa sugli aspetti dei popoli descritti. Sì, spesso Licia presenta qualche incoerenza e si può dire che il Mondo Emerso sia presentato come "scenografia" pittosto che come un mondo iperdettagliato.

E allora?

Licia segue la sua strada e punta sullo sviluppo emotivo dei personaggi. I luoghi sono funzionali a quella chiave di lettura e lo sviluppo sociale idem.
C'è tutto il tempo prima che vada a creare tutti quei dettagli per tirare avanti la baracca.
La forza di Licia non sta nella struttura delle sue storie, simile a molte altre nel panorama fantasy, ma sull'abilità discorsiva di come la storia viene messa in scena nel romanzo.
Licia sa raccontare come pochi, con uno stile che non si concede lussi, ma è interamente funzionale agli argomenti espressi sopra. E nonostante tutto è dinamica, emozionante, trascinante.

Questo è il suo segreto.

Spero di non essere sembrato aggressivo nel commento bastiancontrario...

Saluti

Fab

Mirtillangela ha detto...

@Fabrizio: Innanzitutto benvenuto e tranquillo, se non mi piacesse il confronto con chi non la pensa come me non mi sarei mica aperta un blog, no? Se poi ti beccassi per strada ti picchierei selvaggiamente ma questa è un'altra storia.... ^_-

Dunque, passiamo alle cose serie.

A) Io non ho nulla contro Tolkien e l'immane sforzo che ha compiuto nel creare ciò che ha creato. Fossi matta. I personaggi di Tolkien e le loro agitazioni sono inarrivabili come pure lo sforzo che ha compiuto nel _creare_ la _cultura_ della Terra di Mezzo.
Quello che ho sempre contestato, invece, è lo stile narrativo. Prolisso, ridondante ed a tratti estremamente autocelebrativo, insomma, da bravo prof. oxfordiano. Tutto qua. Non mi piace lo stile che usa e mi permetto di dire la mia, pur sapendo di dissentire da mezzo mondo. Infondo non credo che sia reato, no? Non è che perchè piace a migliaia di persone debba piacere a _tutti_ i lettori fantasy, no?

b)Se a me non piacesse la Troisi credi che avrei scritto tutto quello che mi è piaciuto scrivere sul suo ultimo libro (nel bene e nel male, eh)? Secondo te è nella mia blogroll perchè la odio?
Noterai, se avrai la pazienza di frequentare ancora questo blog, che io dei libri e autori che non aprezzo non scrivo proprio piuttosto che parlarne male. Non rientra nel mio stile (di Tolkien e Brooks, ad esempio, non troverai mai post....).
A me personalmente piace molto leggere oltre che di storie, anche di _mondi_ e di tutto quello che crea un _mondo_. Ecco perchè muovo la mia personalissima critica.
Perchè credo in lei e in tutte le doti che hai giustamente elencato tu.

E non sai quanto ho rosicato che a Lucca comics 2007 alloggiavo a 20 km di distanza e ho perso la sua presentazione la mattina! E dire che mi ero portata anche un libro!!

Insomma, abbiamo posizioni diverse ma all'atto pratico siamo simili. Ci piace leggere di storie coinvolgenti. ^^

Saluti

Paola ha detto...

Ragazzi, non so se avete notato, ma l'eroe Schizofrenico è in vantaggio di un punto rispetto a quello Tormentato e Misterioso...

Sìììììììììììììììììììì!
La schizofrenia sta trionfando!

PS: Mari, ti faccio compagnia dallo psicologo! A forza di lavorare in centri psichiatrici sono diventata matta pure io XD...

Stefano Romagna ha detto...

Ehm... ma la Bussola d'Oro ancora niente? :-P

Mirtillangela ha detto...

@Stefano: Ieri sera siamo andati allo spettacolo delle 23... sto morendo dal sonno (e non ho sentito la sveglia!) ma provvederò al più presto, promesso!